BURNAZZI E FELTRIN ARCHITETTI

"Non si progetta solo con la mente, ma anche con il cuore."

STUDIO BURNAZZI FELTRIN ARCHITETTI

Elisa Burnazzi e Davide Feltrin, uniti nel lavoro come nella vita, sono animati da una grande passione per l’architettura come atto creativo. Dopo aver collaborato con importanti studi di architettura e paesaggio (Land S.r.l., Karl Spitaler architetto), nel 2003 hanno fondato lo studio Burnazzi Feltrin Architetti, dando vita a una collaborazione resa solida dal confronto libero e continuo tra le idee e le competenze dei due progettisti. I risultati ottenuti, sempre originali e aggiornati rispetto al panorama architettonico internazionale, rivelano la loro predisposizione a curare, oltre all’aspetto prettamente architettonico, ogni singolo dettaglio, sconfinando nel campo del design di alta qualità.
Benché giovane, la firma Burnazzi Feltrin Architetti ha già ottenuto importanti riconoscimenti, nazionali ed internazionali, e i loro lavori sono pubblicati su libri, come Destination Architecture di Phaidon, e riviste prestigiose, come The Architectural Review, Ottagono, Turrisbabel, Arketipo e Abitare.
I progettisti sono inoltre autori di testi propri, riguardanti la storia e la critica dell’architettura, pubblicati in Italia e all’estero, come il libro edito nel 2012 “Palazzo Ranzi, un cantiere alle
soglie d’Italia” e il saggio del 2016 “What does architecture mean to you?”.
Nel 2010 Elisa Burnazzi e Davide Feltrin sono stati finalisti del Premio della Fondazione Renzo Piano ad un giovane talento, nel 2011 vincitori a pari merito di LineaGiarch – Progetti di Giovani Architetti Italiani. Nel 2012 lo studio Burnazzi Feltrin Architetti ha partecipato alla Biennale di Venezia – 13a Mostra Internazionale di Architettura. Nel 2016 I progettisti sono stati: selezionati all’esposizione internazionale di Architettura sostenibile Wood 2016 – Architecture of Necessity, vincitori del premio internazionale Iconic Awards 2016 nella categoria Architecture Public, del premio BUILD’s 2016 Architecture Awards nelle categorie Best for Sustainable Residential Design Italy & Best Italian Public Building Project, del premio internazionale German Design Award 2017 nella categoria Excellent Communications Design e finalisti al World Architecture Festival Awards 2016 nella categoria Civic and community completed buildings. Nel 2016 Elisa Burnazzi è stata l’unica italiana finalista del premio internazionale “Women in Architecture Awards” nella sezione “Moira Gemmill Prize for Emerging Architecture”, è stata nominata nell’articolo “In Honor of Women’s Day, 15 Exceptional Projects” di ArchDaily, unica italiana con Lina Bo Bardi, nell’elenco delle 15 donne architetto che hanno realizzato progetti eccezionali nel mondo ed è stata invitata a far parte della giuria del premio internazionale American Architecture Prize, invito rinnovato anche nel 2017. Nel 2018 un progetto dello studio Burnazzi Feltrin Architetti, selezionato da Mario Cucinella architetto e Mibac, è esposto al Padiglione Italia alla Biennale di Venezia – 16a Mostra Internazionale di Architettura.

 

ELISA

L’architetto Elisa Burnazzi è nata a Rimini nel 1974 e si é laureata nel 2001 presso lo IUAV di Venezia. Ha compiuto la sua formazione presso vari studi come ad esempio lo Studio Land, Milano (architetto Andreas Kipar).
Dal 2004 è Esperta Casa Clima. Dal 2015 è membro del Consiglio dell’Ordine degli Architetti PPC di Trento. Nel 2017/18 è stata assistente alla didattica per il Corso di Urbanistica con Laboratorio di Progetto IV anno dell’Università di Trento.
Elisa Burnazzi negli anni ha preso parte a numerose conferenze, talk e seminari internazionali; ad esempio nel 2018 ha tenuto una lezione presso la Scott Sutherland School of Architecture and Built Environment diAberdeen, Scozia e ha partecipato al talk “Come sarà la casa del Futuro?”, presso Space&Interiors, un evento curato da Stefano Boeri Architects al FuoriSalone di Milano.

 

DAVIDE

L’architetto Davide Feltrin è nato ad Ascoli Piceno nel 1974 e si è laureato nel 2001 presso lo IUAV di Venezia. Ha compiuto la sua formazione presso vari studi come ad esempio quello dell’architetto Karl Spitaler a Silandro, Bolzano.
Dal 2004 è Esperto Casa Clima. Dal 2010 è Esperto in Pianificazione Territoriale e Tutela del Paesaggio, nominato dalla Provincia Autonoma di Trento, presso la Commissione per la Pianificazione territoriale e il paesaggio della Comunità (CPC) della Val di Cembra ed è abilitato come Coordinatore per la progettazione ed esecuzione.

GLI OBIETTIVI

Tutti i progetti di Burnazzi Feltrin Architetti pongono particolare attenzione ai criteri di sostenibilità ambientale, economica e sociale. Questo obiettivo può essere raggiunto prestando attenzione alle esigenze dei clienti e collaborando con imprese e artigiani locali. Lo studio ritiene che attraverso una progettazione di qualità si possano costruire edifici privati e pubblici preservando il paesaggio e migliorando le condizioni di vita dei cittadini.
Lo studio Burnazzi Feltrin Architetti sostiene che un’architettura debba essere funzionale, straordinaria ed in grado di emozionarci. Un edificio o uno spazio aperto raggiungono pienamente il loro scopo quando ci fanno stare bene, quando guardarli e abitarli ci fa sentire confortati e accolti. Un bravo architetto sa giocare con lo spazio e con la luce, fa cantare i materiali, accompagna i fruitori in un viaggio nel quale faranno mille scoperte, entrando in comunicazione con il loro corpo, con le emozioni, con i ricordi. Gli edifici più belli di tutte le epoche, quelli che veramente si ricordano e che non passano mai di moda, sono in grado di assecondare i sensi e di comunicare profondamente con il nostro essere.
Chi si rivolge a Burnazzi Feltrin Architetti vuole rispondere alle proprie esigenze funzionali, estetiche ed emotive, perché questo studio non progetta solo con la mente, ma anche con il cuore.

visitate il sito al seguente link: www.burnazzi-feltrin.it