Villa monofamiliare

  • Località: Piovene Rocchette (Vicenza)
  • Sistema: Sistema Casa Fiemme
  • Giorni di edificazione: 83
  • Progettista: Ing. Paolo Dal Zotto
  • Anno di costruzione: 2007
  • Classe energetica: B
  • Tipologia: residenziale
  • Numero piani: 2

La famiglia cresce, le esigenze si trasformano. E ci si trova costretti a lasciare una casa realizzata con grande cura per affrontare la costruzione di un’altra, con tante aspettative e qualche punto interrogativo. Ma il miglioramento delle condizioni abitative non è dato solo dall’aumento di superficie, o da una collocazione più bella: la sa bene questa famiglia di Piovene Rocchette che nel 2007 ha deciso di affidarsi alla nostra esperienza per questa avventura.

Il sogno è quello di un luogo a contatto con la natura, così i clienti acquistano nel 2006 una porzione di un edificio poco distante dalla loro precedente abitazione.
Sempre nel centro storico di Piovene, ma con un giardino e un pezzo di bosco annesso.

Si tratta di un blocco a forma di parallelepipedo composto da due tronconi, con in mezzo un vecchio fienile, soggetto a stretti vincoli di tutela e quindi con una cubatura non modificabile.
Per studiare gli spazi i clienti si affidano alle capacità della progettista Ing. Paola Dal Zotto e via con i lavori, demolendo e poi ricostruendo. L’incontro con Rasom Wood Technology avviene quasi per caso, tramite un conoscente.

“Abbiamo scelto questo posto perchè combinava la bellezza e la comodità del centro storico con una posizione al limitare del bosco – racconta la padrona di casa – ci siamo innamorati di questo ambiente e ci piaceva l’idea di costruire la nostra casa in legno, un materiale naturale.

Nella casa si sente forte la sua impronta, visto che la cliente lavora a stretto contatto con il mondo dell’architettura:

“Pur essendo lunga e stretta, abbiamo avuto la possibilità di giocare con gli spazi un po’ come volevamo  e dove possibile abbiamo aperto la struttura con ampie vetrate. Rimanere a contatto con il verde era importante. Eravamo talmente abituati a stare dentro, che non ci sfiorava nemmeno l’idea di uscire.”

L’arredamento curato con l’aiuto di “Ambientididesign” è minimalista: pochi oggetti selezionati, pietra e legno che dominano, colori chiari e neutri.

Una scala conduce al primo piano, dove si trova il soggiorno e dove una passerella sospesa conduce allo studio della cliente, isolato dal resto della casa con delle vetrate.
Interessante anche la scelta effettuata al piano superiore, quello delle camere da letto, diviso in una sorta di due appartamenti separati.

Sette mesi di lavori e alla vigilia di Natale 2007 tutta la famiglia si è trasferita. Con la felicità che solo un’abitazione nuova sa dare, anche se si dorme su una brandina e ci sono ancora un sacco di cose da sistemare.

“I cambiamenti di qualità  della vita sono stati evidenti fin da subito. Piovene è una zona
molto fredda e qui il sole arriva fino alle 14 circa. Per noi era importante avere una casa calda senza spendere un patrimonio. Prima pativamo il freddo anche con il riscaldamento e il caminetto acceso, adesso invece giriamo poco vestiti anche quando fuori ci sono dieci gradi sotto zero. E poi è un caldo diverso, più piacevole, che ti avvolge”

Nessuna sensazione di nostalgia per l’ambiente lasciato, ma solo quella bellissima di stare insieme – tutti e cinque – in una struttura confortevole e silenziosa.
Anche questo vuol dire vivere in una casa Rasom.

I sistemi utilizzati