Arch. Maura Restelli

“Avere mestiere in architettura significa creare atmosfere, dare una forma umana allo spazio e al tempo. L’architettura addomestica lo spazio illimitato e il tempo infinito”. J. Pallasmaa

LO STUDIO

MR/A è uno studio di architettura e di urbanistica con un’esperienza pluridecennale nella realizzazione di progetti integrati di architettura, urbanistica, design con un focus particolare nella grafica e negli allestimenti. Specializzato nella progettazione architettonica e direzioni lavori  in ogni sua forma di organizzazione, ha consolidato da anni la produzione architettonica attraverso la consulenza  CasaClima in qualità di consulente esperto, nell’edilizia a basso consumo energetico e nella riqualificazione energetica degli edifici esistenti in risposta al necessario sviluppo tecnologico, ambientale e sociale ricercando costantemente un dialogo continuo tra le forme dell’architettura e i suoi canoni compositivi. Dopo un’esperienza all’estero a New York presso lo studio David Hotson Architect, Maura Restelli nel 2002 fonda lo studio MRA che si struttura da subito come laboratorio di progettazione architettonica integrata avvalendosi di numerose collaborazioni specialistiche con diversi studi di progettazione architettonica, ingenieristica  e impiantistica proponendo il team di partners in diversi percorsi di edilizia sia residenziale che produttiva . Nel 2011è membro fondatore del Network Casaclima di Milano e provincia. Lo studio elabora e presenta anche progetti di scenografia teatrale, art-grafica e grafic-design pubblicitaria ed editoriale, allestimento mostre.Nel 2015 con arch.Antonella Cesarei fonda “De+art” dedicato alla progettazione e produzione di design con partecipazione Fuorisalone DesignWeek di Milano 2016-2017 e 2018, Desart a Bolzano, con il brend Bloft a Venezia Biennale2016

GLI OBIETTIVI

  • Tra lo spazio che si costruisce e lo spazio esistente ci sono dei gradi di relazione da dimensionare con pieni e vuoti , con una vicinanza o una distanza. Con l’atto di progettare si crea sempre uno spazio dialogante sia verso l’esterno che verso l’interno dove le forme di una grandezza e dimensione, secondo una scala e massa, attraverso la trasparenza e colore devono essere assunti con consapevolezza, passione audacia e responsabilità
  • L’architettura è un corpo e con ess si realizzano corpi che definiscono spazi con cui e attraverso i quali si fà esperienza. Tutto è percezione, visione e riconoscimento. “Lo spazio, la materia e la scala costruttiva sono misurate dal corpo e dai suoi sensi…Creare spazi interni ed esterni è formulare condizioni d’interiorità ed esteriorità per indurre a muoversi secondo una funzione, un desiderio, un bisogno; suggestioni nel movimento libero di stare ed andare, del dentro e del fuori”.
  • Lo spazio costruito accoglie e invita ad un agire, costruisce un movimento, accompagna un gesto, diviene luogo personale e comunitario, civile.
  • Porre un edificio su un terreno, rimettere mano ad uno già esistente ha sempre un impatto fisico e spaziale concreto e reale che contiene una responsabilità e una consapevolezza del proprio mestiere che non deve essere superficiale e improvvisata, svenduta e rapinata dalla banalità e dalla convenienza. Tra gli edifici nuovi-esistenti e la città ci deve essere sempre cura e attenzione a rispettare il cambiamento tanto quanto la permanenza in un accordo di responsabilità verso il territorio e lo scorrere del tempo in quella realtà abitata.
  • Oggi l’architettura deve fare i conti con le nuove domande esistenziali, i nuovi bisogni di convivenza civile e di relazioni cittadine, con i nuovi abitanti e le nuove culture portatori di diverse forme di spazio abitato. La custodia e la salvaguardia di quanto creato e si creerà chiedono un mutamento del rapporto tra uomini e territorio, nel rispetto e nella condivisione per la qualità buona della vita umana.

 

 

 Arch. Restelli Maura – Abbiategrasso (MI) – www.deartdesign.net